La tradizione che vuole il Battistero un tempio romano diventa comprensibile all'interno dell' edificio. Il vasto ambiente a cupola, che nella disposizione ricorda il Pantheon, è infatti arricchito da elementi provenienti da monumenti antichi: le colonne monolitiche, due sarcofagi scolpiti, e parte del rivestimento marmoreo. La pavimentazione, invece, evoca il mondo islamico: nei "tappeti" tra la porta del Paradiso ed il centro dell' aula sono riconoscibili motivi zodiacali orientali. Alle pareti, poi, insieme a forme tardo-imperiali, ve ne sono altre di lontana discendenza germanica. La sontuosa cupola evidenzia l' influsso bizantino in Italia centrale. L' effetto totale è di un crocevia magnifico delle grandi culture dell' Europa medievale.

Al centro del Battistero c' era l' antico fonte con una recinzione ottagonale attorno (la forma dell' uno e dell' altra sono tracciate nel pavimento). Guardando dal fonte in su, verso la cupola, il credente vedeva l' enorme figura di Cristo che domina i mosaici duecenteschi e, sotto i piedi di Cristo, i morti che risorgono: è il Giudizio Universale, quando Cristo risorto chiamerà sia i vivi, sia i morti per valutare le azioni di ciascuno. Alla destra di Cristo (sinistra dello spettatore) vi sono le anime dei giusti "nel seno" di Abramo, Isacco e Giacobbe, i patriarchi dell'antico Israele; mentre a sinistra (destra di chi guarda) c' è l' Inferno. Queste immagini, che hanno una forza straordinaria per la presenza di tombe all' interno (ed in passato anche all' esterno) del Battistero, illustrano il senso profondo del Battesimo cristiano. "O non sapete che quanti siamo stati battezzati in Cristo Gesù, siamo stati sepolti insieme a Lui nella sua morte ?...; perchè come Cristo fu risuscitato dai morti per mezzo della gloria del Padre, così anche noi possiamo camminare in una vita nuova ", spiega San Paolo (Lettera ai Romani 6, 3-4).

Schema dei mosaici della cupola del battistero.

1 Giudizio universale

2 Gerarchie angeliche

3 Storie della Genesi

4 Storie di Giuseppe

5 Storie di Maria e di Cristo

6 Storie del Battista

 

Nei registri orizzontali degli altri cinque spicchi della cupola sono raffigurate le storie di San Giovanni Battista, di Cristo, di Giuseppe Ebreo e degli inizi della vita umana (Adamo ed Eva, Caino ed Abele, Noè e la sua famiglia). Guardando questi personaggi i credenti si percepivano come inseriti nella trama stessa della storia del popolo di Dio: potevano dire, con l' autore della Lettera agli Ebrei, 12,1: "Anche noi, dunque, circondati da un così grande nugolo di testimoni... corriamo con perseveranza, tenendo fisso lo sguardo su Gesù" visibile nel grande mosaico sopra l' altare. Nel registro più alto, vicino alla luce, sono raffigurati i cori angelici.